MacondoViaggi.com  - Info e prenotazioni: 0735 70 59 16 o Inviaci una Mail 

Tutte le partenze

Contattaci

cornetta Info e prenotazioni cornetta

T. 0735 705916 0735 705916 

gruppi@macondoviaggi.it 
skype: macondoviaggi0


 

Ricevi i programmi

direttamente via mail

Clicca qui

 

 

1) L'iscrizione è gratis

2) Puoi cancellarti in qualsiasi momento

3) non implica nessun impegno

 

Versamenti on-line

 E' possibile versare il proprio acconto direttamente on-line.

 

PayPal Scegli quanto versare e clicca su "Aggiungi al carrello"

 

Versamento 

 

Chatta con me

 

Bookmark and Share

Titolo

 

SITO IN MANUTENZIONE

 

Titolo

Crociera Profumo d'Agrumi
Attenzione: questo viaggio è scaduto clicca qui per vedere i nuovi viaggi!
Copertina Crociera Profumo d'Agrumi

Palermo, Tunisia, Barcellona, Marsiglia, Savona, Civitavecchia con Costa Magica

Disponibilità: Posti esauriti
Periodo: dal 07 al 14 maggio 2011 (8 giorni)
Trasporto: Viaggio in
Quota individuale da: 610 €
Stampa viaggio

Programma del viaggio

1° giorno - Civitavecchia
2° giorno - Palermo 
3° giorno - Tunisi
4° giorno – Palma di Maiorca
5° giorno – Barcellona  
6° giorno - Marsiglia
7° giorno - Savona
8° giorno - Civitavecchia

Quote di partecipazione

QUOTA DI PARTECIPAZIONE610 €
quota adulto in cabina interna610 €
quota adulto in cabina esterna con oblò730 €
quota adulto in cabina esterna con balcone830 €
tasse portuali120 €
iscrizione e assicurazione annullamento obbligatoria30 €
suppl. cabina singola (calcolato sulla quota cabina)+80%

Compreso nella quota

La quota comprende: sistemazione nella cabina prescelta, trattamento di pensione completa e snack pomeridiani e serali, animazione, spettacoli di intrattenimento a bordo, utilizzo delle attrezzature sportive e ricreative.

La quota esclude: bevande, mance, tasse portuali, escursioni organizzate.

  

 

leggi il programma dettagliato della Crociera Costa Magica su:http://www.macondoviaggi.com/oggetti/MACV_Viaggio/files/crociere_2011_pdf.pdf

stampa qui il programma dettagliato della crociera Costa Magica:http://www.macondoviaggi.com/index.php?action=index&p=37&viaggio=368&print=1

Importante

Documenti necessari: Carta d’identità valida per l’espatrio     

Passaporto obbligatorio: per i minori di 15 anni.

 

RAGAZZI GRATIS FINO A 18 ANNI NON COMPIUTI: pagano solo tasse e assicurazione

  

- La sistemazione a bordo sarà previa riconferma delle disponibilità della nave

- Eventuale incremento carburante da verificare prima della partenza -

- E’ previsto il trasferimento in bus dalle varie località. Il costo verrà calcolato in funzione del numero dei partecipanti. 

 

 

 

 

 

 

NOTIZIE E CURIOSITA' SU BARCELLONA:

Ecco un elenco più o meno completo di quello che si può vedere a Barcellona, anche se è difficile stilare una lista completa delle bellezze presenti. Tutto è arte ed ogni angolo nasconde per il turista uno splendido ed indimenticabile scenario. I nomi da ricordare sono principalmente 3 Gaudì – Mirò – Picasso. Gaudì per le straordinarie opere architettoniche, Mirò e le splendide opere raccolte nella fondazione Mirò che lasciano trasparire eccitazioni, interruzioni, salti chiusi in tutto ciò che appariva formalmente insensato, Picasso difficile apostrofarlo, nel bel mezzo del suo periodo creativo di genio bohemien.

 

La Sagrada Familia (1883-??)

Gaudì ricevette nel 1883 di costruire la grande chiesa in un luogo che al tempo non era molto frequentato. Era suo desiderio concludere il progetto entro il 1910 ma come vedremo essendo finanziata dal popolo perché era la chiesa dei poveri, e quindi doveva essere finanziata solo dalle offerte, i lavori si protrarranno fino ai giorni nostri. Ampie modifiche furono apportate dal maestro durante i lavori ed è per questo che dopo la sua morte il progetto risulta ancor oggi di difficile realizzazione.

 

Park Güell (1900-1914)

Park Güell è una tappa obbligata del vostro itinerario. Intuizione del finanziere Eusebi Guell che negli anni '20 commissionò proprio a Gaudì, il progetto della costruzione di una "città parco" in una delle sue grandi proprietà. Diviene parco municipale a causa di mancanza di fondi. Gaudì così pensò di realizzare una lottizzazione in mezzo a un parco, con le forme della natura, applicando tutta la sua esperienza e fantasia in creature artistiche ma provate prima.

 

Casa Batlló (1904-1906)

Tutti avranno visto almeno una volta l' immagine della casa Batlò, in qualche guida turistica, rivista o libro di storia dell' arte.

Casa Batlò rimane infatti una delle opere più rappresentative del modernismo e di tutta l' arte di Gaudì, riconoscibile dai suoi balconi a forma di maschera.

 

Casa Milà, "La Pedrera" (1906-1912)

La Casa Milà, nota come "La Pedrera", è una delle opere di Gaudì più rappresentata nei testi riguardanti Barcellona e la Storia dell' arte in genere. e compare oggi tra le opere "Patrimonio Culturale dell' Umanità" .Fu costruita tra il 1906 e il 1912, e in essa l'architetto artista, sperimenta ciò che immaginava dovesse essere l' ideale di opera d'arte abitativa.

Come molti artisti, però, Gaudì non fu compreso dal suo committente, che addirittura, sconcertato per i troppi cambiamenti apportati al progetto originario, bloccò i lavori che originariamente dovevano ricomprendere tutto l' isolato.

 

Museo Picasso

Il museo Picasso è il più grande museo al Mondo interamente dedicato al grande artista Pablo Picasso.

Si trova dal 1963 in un gruppo di edifici tardo gotici di Carrer Montcada, 15-23, (tra cui il Palau Berenguer d'Aguila e il Palau Barò de Castelet).

Ospita oltre 3500 opere (oltre ai dipinti, anche numerosi disegni, grafiche e ceramiche) che illustrano tutte le fasi della vita artistica del grande pittore spagnolo

 

Fondazione Joan Mirò

Creata nel 1981 dallo stesso Mirò, la fondazione voleva essere un centro di aggregazione e di studio dell' arte contemporanea. In essa sono custodite più di 5000 disegni, centinaia di opere grafiche, 200 dipinti, 150 sculture e 9 arazzi, a testimoniare la poliedricità di Joan Mirò.

Lo stesso edificio in cui la fondazione viene ospitata sembra rispecchiare il gusto artistico di Mirò

S tratta infatti di un blocco in cemento armato a vista, opera di Josep Lluis Sert, strutturato attorno a 2 giardini con sculture di Mirò e alberi mediterranei.

 

Casa Vincens (1883-1888)

E’ stata la prima opera importante realizzata da Gaudí, purtroppo la casa non è aperta alla visita. Tra elementi decorativi arabeggianti e struttura di forma cubica,sono uniti elementi ceramici. Rappresenta una delle prime opere di Gaudi, si nota subito il suo eclettico estro, come dimostra la prima comparsa dell'arco parabolico e la sua struttura notevolmente innovativa decorata con motivi della natura. Questa villa nonostante la bellezza è sempre rimasta in sordina rispetto alle altre case di Gaudì, più visitate e famose.

 

I padiglioni della Finca Güell (1884-1887)

Gaudì la costruì tra il 1884 e il 1887 come dimora di campagna dei Guell.

Ad attendere i visitatori ( che non possono entrare!) c'è il bellissimo portone in ferro battuto ( Il portone del Drago), largo 5 mt, dove risalta la grande bocca del drago in atteggiamento intimidatorio.

All' interno si scorge, a iniziare dalla casa del custode, la mano di Gaudì nello sprigionare tutta la sua arte fantastica fatta di colori e forme che ne caratterizzeranno l' unicità nel tempo.

 

Barcellona by night

Uno degli eventi estivi più originali si chiama Carpas, delle tende che sono allestite nelle grandi piazze es. Montjuic dove si organizzano party all'aperto con la collaborazione delle discoteche più conosciute in città. Spesso in questi posti si riuniscono anche 15.000 persone in un’unica piazza.Oltre alle discoteche si rimane incuriositi dai parecchi volantini che coprono le rambles per presentare la grande opera y Flamenco.

 

Spiaggie

Barcellona è conosciuta principalmente per la sua straordinaria città pregna di architettura ed arte, ma non dimentichiamo che le spiagge sono fantastiche ed appena si giunge al mare non possiamo non notare che anche in questo, la città catalana, risulta essere eclettica. Di certo i gruppi di ragazzi non si curano di giungere in spiagge poco attrezzate, ma apprezzano appieno la possibilità di fare amicizia mentre ci si gode una spiaggia splendida, dalla quale si possono intravedere le sculture che dalla città volgono al mare.

 

Spiaggia di Sant Sebastià

Per giungervi bisogna andare nella zona della Barceloneta. E’ abbastanza attrezzata con docce e vari servizi, punti di informazione, guide e Croce Rossa per l'assistenza.

 

Spiaggia della Barceloneta

La più famosa . E’ una spiaggia molto affollata da Giugno a Settembre. Al centro della spiaggia spicca l'opera di Rebecca Horn chiamata Omaggio alla Barceloneta.

Altre spiagge possono essere :

Spiaggia de la Nova Icària - Spiaggia del Bogatell, perfetta per fare una corsetta salutare -Spiaggia della Mar Bella, per chi ama le spiagge di nudisti - Spiaggia della Nova Mar Bella, molto selvaggia e poco affollata.

 

Feste e divertimento

La migliore occasione per assistere a “Barcellona in Festa” è la Notte di Sant Joan

(23 /24 Giugno), o il festival estivo Grec nei mesi di Luglio e Agosto.

Per finire l’ultima settimana di Settembre la Festes de la Mercè. Basta comperare un quotidiano del posto per aver illustrato programmazioni ed attrazioni con giorni ed orari.

La Notte di Sat Joan – vietato andare a dormire- verso le 21.00 balli in strada e musicisti che si esibiscono nelle discoteche. A notte inoltrata l’attenzione si incentra sul monte Montjiuic con spettacolo pirotecnico.

 

Il festival estivo Grec fu organizzato per la prima volta negli anni 80, per intrattenere i vacanzieri in estate. Si organizzano spettacoli che rappresentano brani tratti da opere teatrali alternati da musica Jazz e Pop.

 

La Festes de, la Mercè – almeno 10 pagine di quotidiani dedicate al programma, si possono trovare mostre organizzate su il Moll de la Fusta, sulle promenade il Born, l’aviguda Gaudì. Oltre a balli, Rumba catalana in un connubio di cultura catalano/Andalusa.

 

NOTIZIE E CURIOSITA' SU TUNISI:

Tunisi:città dalla grande importanza storica,dove passato e presente sono uniti e con un grande fascino. Costituita da tre città, la Medina rappresenta il cuore storico di Tunisi, mantenendo immutato il suo aspetto da circa cinquecento anni. Numerosi monumenti segnano la storia di questa influente città del mediterraneo. Vera città nella città, la Medina, iscritta dall' Unesco come Patrimonio dell'Umanità, è un vasto labirinto di stradine tortuose, di passaggi a volta, dei souks pieni di vita. Bellissime porte chiodate, in telai di pietra scolpita, aprono su meravigliosi palazzi, come il Palazzo del Bardo (di cui una parte ospita il museo archeologico),che sono testimonianza del gusto architettonico tunisino, rivestiti in ceramica colorata, pietra scolpita, intarsi di marmo e gesso finemente cesellato. Città attenta al suo patrimonio antico e alle tendenze culturali della nostra epoca, Tunisi offre moltissimi eventi a carattere culturale. I musei e le mostre d'arte hanno come cornice gli antichi edifici, in palazzi e belle dimore di stile arabo-andaluso, nel cuore della Medina. Si tengono, inoltre, dei concerti ogni anno in occasione del FestivaI della Medina. Non lontano dai vecchi quartieri, il Teatro Municipale è un raro esempio di architettura monumentale di stile Art nouveau. Altri luoghi accolgono manifestazioni culturali locali e internazionali. Tunisi è orgogliosa di possedere uno dei più grandi musei archeologici del mondo, il Museo del Bardo. Con sezioni dedicate all'antichità, alla preistoria e all'arte islamica, esso è famoso per la sua collezione di un migliaio di mosaici di epoca romana. L'offerta alberghiera della capitale negli ultimi tempi si è modernizzata e diversificata per soddisfare tutte le esigenze, dal classico albergo di città fino grand hotel cento d'affari e di congressi: alcuni stabilimenti dispongono di attrezzature sofisticate e centri di benessere. Anche la ristorazione si è rinnovata: all'interno degli alberghi o fuori si trovano dei ristoranti di gastronomia tunisina, orientale, italiana. Trasformati in vecchie dimore della medina, i ristoranti raffinati fanno scoprire le specialità tunisine come il couscous al pesce, tajine malsouqa (carne ripiena con uova) o il ragu d'agnello zuccherato alla frutta secca. I divertimenti ormai rispondono a tutti i gusti: discoteche, night clubs, parchi d'attrazione, bowling, centri equestri e campi da golf.

 

NOTIZIE E CURIOSITA' SU MARSIGLIA:

La Napoli di Francia: tanto simile a Napoli da essere definita la "Napoli di Francia", Marsiglia condivide con l'altra capitale del Mediterraneo un paesaggio molto simile, una lingua propria, il calore della gente, le grida dei pescivendoli nel Porto Vecchio e anche una certa tendenza agli affari loschi.

 

Prima di immergersi nella rumorosa ed allegra vita di questa città, consigliamo di salire fino alla basilica di Notre-Dame-de-la-Garde per cogliere a colpo d'occhio tutta la città:

davanti c'è il Fort St-Jean e dietro il Porto Vecchio; verso destra c'è Marsiglia e tutto intorno le montagne; nel mare si intravedono le isole di Ratonneau e Pomègues.

 

Marsiglia è sempre stata un po' fuori dalla Francia, tanto da essere isolata dal resto della nazione fino alla metà del XIX secolo. Non è un caso che l'inno nazionale francese, simbolo della Rivoluzione Francese, si chiama La Marsigliese, a testimoniare la passione rivoluzionaria degli abitanti di questa città. Fiera e indipendente, Marsiglia oggi è la seconda città di Francia per numero di abitanti e continua a seguire una propria strada autonoma che la rendono una città molto diversa dalle altre francesi.

 

Il Porto Vecchio e il quartiere di Panier: è il punto dove i focesi, provenienti dalla Grecia, fondarono Massalia. Tappa obbligata per ogni persona in visita a Marsiglia, accoglie i turisti con le grida dei venditori di pesce e un numero praticamente infinito di ristoranti e bar. Se c'è un posto in Provenza dove mangiare la Bouillebaisse e gli altri piatti di pesce, questo è il Porto Vecchio di Marsiglia. Sul Quai des Belges, ogni mattina si svolge un animato e caratteristico mercato del pesce, meta di turisti curiosi, marsigliesi in cerca di pesce buono e ristoratori provenienti da tutta la Provenza. Come è accaduto per buona parte di Marsiglia, anche il Porto Vecchio è stato quasi interamente distrutto durante i bombardamenti italo-tedeschi della Seconda Guerra Mondiale. Le uniche eccezioni sono la chiesa di St-Ferréol, l'Hotel de Ville e l'intero quartiere del Panier con le sue case color pastello. Edificato sulla collina del Moulins dove sorgeva l'antica Massalia, rappresenta l'unica testimonianza della vecchia Marsiglia. Negli ultimi decenni il quartiere era diventato un ghetto e come il Raval di Barcellona, sta riprendendo una nuova vita. Meglio però non avventurarsi nei suoi stretti vicoli durante la sera e la notte; meglio approfittare delle strade affollate, tra le 9 e l'ora di pranzo. Il quartiere durante il giorno è tranquillo, quindi vale la pena visitarlo per ammirare i panni stesi, gli uomini che leggono i giornali fuori gli usci di casa, sentire l'odore di ratatouille e allioli. Da non perdere è la Vieille Charité, ex Ospizio della Carità opera di Jean Puget in pietra bianca e rosa con tre ordini di gallerie aperte verso un cortile centrale che contiene una splendida cappella. Al pian terreno c'è il Museo di Archeologia del Mediterraneo con una collezione dedicata all'Egitto seconda per importanza solo a quella del Louvre. Sempre nel quartiere c'è la grande cattedrale bizantina Nuovelle Major che i marsigliesi non hanno mai amato troppo. Costruita nel 1852-93 sulla spianata di fronte al porto, portò alla distruzione della Major del XI secolo di cui restano solo transetto, abside e campata della navata. Per concludere la visita, salite al Belvedere di St-Laurent che si apre davanti all'omonima chiesa, amata dai pescatori. Da qui si ammira una splendida vista su tutto il Porto Vecchio, sui Forti di St-Jean e St-Nicolas edificati per volontà di Luigi XIV per difendere la città.

 

informazioni tratte da: http://www.viaggioineuropa.it/francia/provenza/provenza-marsiglia.html

http://news.superba.it/leggi/138/Tunisi:cosa+visitare+nella+capitale

http://www.barcellonaonline.net/cose%20da%20fare%20barcellona.htm

 

 

leggi il programma dettagliato della Crociera Costa Magica su:http://www.macondoviaggi.com/oggetti/MACV_Viaggio/files/crociere_2011_pdf.pdf

 

stampa qui il programma dettagliato della crociera Costa Magica:http://www.macondoviaggi.com/index.php?action=index&p=37&viaggio=368&print=1

I nostri plus

  • pensione completa
  • spettacoli di intrattenimento a bordo
  • animazione diurna e serale.

Brochure viaggio

Scarica la brochure

Vedi tutte le partenze

Macondo Viaggi - Tour operator & Agenzia Viaggi
Via Torino, 11 - 63077 San Benedetto del Tr. - Tel 0735 705 9160735 705 916 - Fax 0735 384 236 - email: gruppi@macondoviaggi.it

Contratto di Viaggio da scaricare - Sede legale: MacondoViaggi di c.s.e. sas di Troiani - Via Canova, 5 63074 Monsampolo del tr (ap) P.Iva 01555200441 

Cookie Policy

Viaggi guidati in compagnia, viaggi guidati Pasqua, viaggi guidati a capodanno, Capodanno in compagnia viaggi in pullman, Grande nord e fiordi,

Mosca e San Pietroburgo, Portogallo, Irlanda, Spagna, Russia, (Itinerari vari )

 

HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 0.087 secondi
Powered by Simplit CMS